In casa droga per 100mila euro, nei guai due baristi

Un arresto e due denunce. E’ questo il bilancio del blitz della Squadra Mobile di Ancona, ai danni di due baristi che gestivano un noto bar della zona. A finire nei guai un 44enne, già noto per reati di rapina, furto, detenzioni di armi e droga, la sua compagna ed il figlio di lei.  Il blitz è scattato nel pomeriggio di ieri, quando l’uomo stava rientrando a casa. Già da mesi gli agenti tenevano d’occhio la coppia, sospettata di aver organizzato un giro di spaccio di cocaina. Consapevole di nascondere nel proprio appartamento un ingente quantitativo di droga, l’uomo di sua spontanea volontà ha consegnato ai poliziotti alcuni grammi di hashish nascosti in casa, affermando che avrebbe dato loro anche altro stupefacente, che si trovava nel bar che gestiva insieme alla sua compagna.

Prima di lasciare l’appartamento per raggiungere il bar scortato dai poliziotti, l’uomo si è rivolto al figlio della compagna riferendogli qualche indicazione codificata che ha insospettito i poliziotti. Infatti poco dopo il ragazzo ha gettato un involucro dalla finestra di casa. Ritrovato dagli agenti, l’involucro conteneva un panetto di cocaina purissima del peso di 160 grammi (una volta “tagliati” sarebbero diventati un chilogrammo venduta a circa 80/100 euro/gr). Nel bar invece, gli agenti hanno trovato altre involucri con altra cocaina. Il mannitolo utilizzato per tagliare la droga era invece nascosto nell’appartamento della donna.  Per l’uomo è scattato l’arresto, mentre per la compagna e per il giovane figlio della donna gli agenti hanno fatto scattare la denuncia in stato di libertà.  (Fonte: AnconaToday)

Lascia un commento