Tutte le Notizie

Mezza classe non ammessa all’esame, parlano i professori. "I ragazzi avevano ammesso di essere colpevoli, e le famiglie erano state avvertite".«Abbiamo doverosamente svolto il nostro compito educativo: i ragazzi si sono macchiati dei reati di pirateria informatica e manomissione di atti pubblici». Ad affermarlo sono i componenti del Consiglio di classe della quinta A indirizzo Afm dell’istituto tecnico Benincasa, diretto dalla professoressa Alessandra Rucci. Gli insegnanti intervengono con una nota ufficiale sul caso della classe dimezzata per un cinque in condotta, dopo giorni di polemiche e un provvedimento del presidente del Tar Marche Maddalena Filippi.

I docenti avevano deciso di non ammettere all’esame di Stato otto studenti su 19, attribuendo loro un giudizio insufficiente in comportamento. I ragazzi, tramite l’avvocato Vincenza Montoneri, avevano chiesto un provvedimento urgente al Tar, che venerdì ha dato loro la possibilità di sostenere le prove di maturità, pur con riserva.«IL CONSIGLIO di classe – si legge in una nota pubblicata anche sul sito internet dell’istituto – per fare chiarezza in merito alle notizie di stampa, dichiara che l’attribuzione della insufficienza in comportamento agli otto alunni delle classe è stata dettata da comportamenti integranti due fattispecie di reato: pirateria informatica con intromissione nella banca dati di Istituto per furto di password e manomissione di atti pubblici. La decisione è stata assunta dopo accurate e scrupolose indagini giunte a termine in data 30 maggio 2016, dopo ammissione di colpevolezza da parte di tutti gli interessati e avvertite tutte le famiglie mediante convocazione in Istituto. Il Consiglio non ha ritenuto possibile, per motivi educativi ed etici, attribuire la valutazione di sufficienza in comportamento a studenti maggiorenni di un corso giuridico amministrativo che per tutto l’anno, a partire dal mese di Novembre, hanno commesso atti illeciti allo scopo di alterare la loro presentazione all’esame di Stato. Ci si rimette serenamente alla giustizia amministrativa, consapevoli di aver svolto doverosamente il proprio compito educativo».Insomma una dura presa di posizione dell’organo collegiale, che all’indomani della decisione del Tar ribadisce di ritenere corretto il suo operato. Tra l’altro il fatto di aver pubblicato sul sito ufficiale dell’Istituto Savoia-Benincasa il tipo di reati attribuiti agli studenti, fa apparire scontato che i ragazzi dovranno difendersi anche sotto il profilo penale.
Fonte Resto Del Carlino

 

 

Disclaimer

Questo SITO non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo al 339.666.60.70 Saranno immediatamente rimossi.

D2R PLAYER

SHOUTCAST RADIO
RADIO SIBILLA
DISCOVERY 2 RADIO

CRT CASTELLANO

CRT RADIO LUNAROSSA

LAIKA 2 RADIO
CREATIVE COMMONS MUSIC
Scienza, Spazio,
Informazione, Tecnologia, Gruppo WHATSAPP 340.666.74.51

 
 

Segnalazioni


Siamo raggiungibili su WhatsAPP al numero 340.666.74.51 

Chi c'è online

Abbiamo 193 visitatori e nessun utente online

NOSTRI AMICI

DEDICATO AD ANGELO


Questo è il cane bellissimo Angelo, impiccato e preso a mazzate da 4 balordi in Calabria, per non dimenticarlo....

Il Cane


Non si cura di chiedersi se abbiate torto o ragione, fortuna o no, se siete ricco o povero. Siete il suo compagno e cio gli basta. Egli sarà sempre accanto a voi per confortarvi, proteggervi e dare se occorre la sua vita. E' il cane.  J.K. Jerome

Foto Ancona