Tutte le Notizie

Viene abbordato al bar dalla zingara che si prostituisce nei bagni della stazione ferroviaria e, consumata la prestazione sessuale dietro pagamento di 50 euro, alza la posta e rilancia per soddisfare qualche desiderio hot in più. Lei ci sta, abituata a contrattare e mercificare il suo corpo. Più 50 per andare oltre. Tutto accade dentro i bagni pubblici della stazione ferroviaria, teatro da alcuni mesi a questa parte di scene bollenti e rapporti sessuali consumati in modo occasionale.

Ma il cliente, senigalliese di mezza età, non resta soddisfatto della prestazione e rivuole indietro le 50 euro di integrazione. Niente, la zingara le infila sotto l’ampia gonna colorata e scappa, in fondo se li è guadagnati. A quel punto il cliente improvvisa una prova da attore che gli riesce male. Chiama i carabinieri dicendo di essere stato derubato di 100 euro da una zingara cui aveva fatto l’elemosina.«Mi ha chiesto 50 centesimi, tendendo la mano e per pietà ho estratto il portafogli per darle la monetina, ma lei con destrezza mi ha sfilato una banconota da 100 euro ed è fuggita». Questa la sua versione ai militari intervenuti sul posto. Ma la versione scricchiola con le domande del caso, le risposte arrivano affannose e poco convincenti. I carabinieri capiscono subito che qualcosa non torna e alla fine il cliente ammette di essersi inventato il furto ma di aver dato le 100 euro alla zingara per un rapporto sessuale che non lo aveva soddisfatto. Una vicenda squallida che riaccende una problematica in realtà mai sopita alla stazione ferroviaria, dove Ferrovie dello Stato investe per la riqualificazione degli ambienti condivisi (sale d’aspetto, biglietteria, bagni), l’amministrazione fa il suo con l’installazione di telecamere nel piazzale antistante l’edificio e su viale Trieste, le persone ci investono (vedi l’edicola e il bar) e le forze dell’ordine hanno raddoppiato i controlli. Ma la prostituzione non è reato e non la fermi, anche perché c’è domanda. Però è la piaga della stazione.
Fonte Corriere Adriatico

 

 

Disclaimer

Questo SITO non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo al 339.666.60.70 Saranno immediatamente rimossi.

D2R PLAYER

SHOUTCAST RADIO
RADIO SIBILLA
DISCOVERY 2 RADIO

CRT CASTELLANO

CRT RADIO LUNAROSSA

LAIKA 2 RADIO
CREATIVE COMMONS MUSIC
Scienza, Spazio,
Informazione, Tecnologia, Gruppo WHATSAPP 340.666.74.51

 
 

Segnalazioni


Siamo raggiungibili su WhatsAPP al numero 340.666.74.51 

Chi c'è online

Abbiamo 126 visitatori e nessun utente online

NOSTRI AMICI

DEDICATO AD ANGELO


Questo è il cane bellissimo Angelo, impiccato e preso a mazzate da 4 balordi in Calabria, per non dimenticarlo....

Il Cane


Non si cura di chiedersi se abbiate torto o ragione, fortuna o no, se siete ricco o povero. Siete il suo compagno e cio gli basta. Egli sarà sempre accanto a voi per confortarvi, proteggervi e dare se occorre la sua vita. E' il cane.  J.K. Jerome

Foto Ancona